L'istituto

L'istituto offre una piattaforma per la ricerca scientifica e la dottrina nei campi del diritto della medicina, del diritto sanitario e della bioetica tedesca, europei e internazionali. Lo scopo dell'istituto consiste nella ricerca e nella spiegazione integrativa e interdisciplinare di problemi del diritto della medicina e sanitario. Questo scopo è raggiunto attraverso:

  • Creazione di condizioni organizzatrice e obiettive per progetti di ricerca integrativi e interdisciplinari.
  • Elaborazione di pareri e perizie su problemi nel diritto della medicina e sanitario e nel campo della bioetica, specialmente per progetti legislativi e altri progetti di natura regolatrice sia nazionale che internazionale.
  • Formazione della prossima generazione di scienziati specialmente insegnandogli il punto di vista integrativo e preparandola per le professioni pratiche nel campo medico e sanitario.
  • Organizzazione di convegni sia nazionali che internazionali.
  • Cooperazioni con istituzioni mediche e sanitarie in Germania e all'estero.
  • Applicazione di scoperte scientifiche nella prassi.
  • Pubblicazione frequente dei risultati scientifici delle ricerche.
  • Costituzione e mantenimento di una biblioteca scientifica.

Due università - un istituto in comune

I'Istituto di Diritto della Medicina, Diritto Sanitario e Bioetica Tedesca, Europei e Internazionali (IMGB) e stato fondato nel ottobre 1998 insieme dalla Ruprechts-Karl-Università di Heidelberg e dalla Università di Mannheim. L'istituto è retto da un direttorio composto di professori universitari delle due università. Fanno parte del direttorio il professore Jochen Taupitz, direttore amministrativo, professore Thomas Hillenkamp, professore Peter Axer, professore Gerhard Dannecker, professore Lothar Kuhlen, e professore Ralf Müller-Terpitz. L'istituto porta ricorrere all'esperienza e la qualificazione scientifica di scienziati appartenenti a due facoltà giuridiche. Un istituto gestito da due università, sulla base dei relativi programmi di ricerca, che comprende sia il Diritto Civile che il Diritto Pubblico e il Diritto Penale, non e mai esistito fino ad óra in Germania. A questo si aggiungono i due profili distinti di ciascuna delle due università, favorendo il lavoro dell'istituto da punti di vista specifici e rendendo possibile la ricerca interdisciplinare su una scala vasta che non potrebbe essere mai raggiunta da una sola università con una sola facoltà di giurisprudenza. Da rilevare sono specialmente la collaborazione con la facoltà di medicina di Heidelberg, soprattutto con la medicina legale e con la storia della medicina, con la facoltà di economia e commercio di Mannheim, in particolare sui problemi nel sistema sanitario o nell' amministrazione ospedaliera e con le facoltà di filosofia delle due università.

Università Rupprecht Karl di Heidelberg

L'università Rupprecht Karl di Heidelberg, fondata nel anno 1386, e l'università più antica del Germania, la qui fama mondiale si basa soprattutto sulle facoltà di medicina, giurisprudenza e filologia. Inoltre ci sono nove campi di ricerca specializzati, fra i quali il Centro Tedesco di Oncologia. I risultati conseguiti da questi istituti e il potenziale innovativo garantiscono all'università di Heidelberg un posto di avanguardia fra gli attenei in Germania e nel mondo.

Università di Mannheim

L' università e stata fondata nel anno 1967. Sì e formata dall'università statale di economia, che a sua volta sì e evoluta dall' "Accademia Palatinese delle Scienze" fondata nel anno 1763 dal principe elettore Karl Theodor. L'università è dominata dalle facoltà di economia e commercio e di giurisprudenza. Lo studio e orientato verso l'istruzione internazionale a causa dei vari contatti col estero mantenuti dall'università di Mannheim. Numerosi programmi di scambio col'estero sono la causa per una composizione internazionale del corpo docenti e in campo studentesco.

Campi di ricerca

Diritto della Medicina

Come anche in altri paesi i problemi giuridici inerenti alla medicina sono aumentati anche in Germania. Temi di Diritto della Medicina sono di grande attualità sia sociale che politica.

Basta ricordare in questo contesto i problemi giuridici inerenti alla genetica umana, al trapianto degli organi, la medicina riproduttori, l'eutanasia o la difesa dei diritti del paziente. I problemi legali connessi con questi campi sono molto discussi e suscitano un grande interesse nell'opinione pubblica.

Con l'aumento dell'importanza della legge in molti campi della medicina e con la sempre maggiore complessità delle leggi, aumenta automaticamente anche l'importanza del Diritto della Medicina come disciplina autonoma delle scienze giuridiche.

Ad occuparsi di determinati problemi del diritto della medicina, soprattutto nel campo del diritto della categoria dei medici e problemi riguardanti il diritto degli ordini dei medici, sono stati finora innanzitutto le facoltà di medicina, specialmente la medicina legale. Ora sì la disciplina del Diritto della Medicina si incarica di questi settori. Essa si occupa della totalità delle regole connesse direttamente o indirettamente alle professioni sanitarie. Altri campi di cui si interessa il Diritto della Medicina sono fra l'altro: il diritto del contratto medico, il diritto della responsabilità civile comprendendo anche i doveri del medico riguardo all'accuratezza e le spiegazioni ( doveri d'informazione verso il paziente), il diritto penale medico o il diritto del assistenza. Il Diritto della Medicina si occupa delle condizioni lavorative per il medico nei campi del Diritto del Lavoro, Diritto Tributario, Diritto Societario e del Diritto Assicurativo.

Diritto sanitario

La definizione "diritto sanitario" dell'istituto si riferisce al dispositivo di ricerca del "Public Health" il quale fa stabilmente parte gia da anni del diritto anglo-americano. Questa disciplina si occupa come anche il Diritto della Medicina di problemi attuali che si trovano al centro dell'attenzione politica e giuridica, come per esempio la discussione sulle vie legali della riduzione dei costi nel sistema sanitario, del diritto dell'assicurazione per malattia o nel Diritto dei Medicinali. Il diritto sanitario si occupa delle condizioni legali e societarie del sistema sanitario, del settore della previdenza sanitaria pubblica (statale) e della difesa da pericoli per la salute (per esempio il diritto riguardante i casi di epidemie). Altri campi centrali del diritto sanitario sono il diritto ospedaliero, il diritto della professione del (medico) empirico, il Diritto dei Medicinali, il diritto degli strumenti e dei prodotti medicinali, il Diritto Farmaceutico e il diritto dell'assicurazioni per la malattia private e pubblice. Proprio nel settore giuridico dei servizi sanitari pubblici e della promozione del sistema sanitario la cooperazione tra le varie discipline legali, del Diritto Civile, Diritto Penale e Diritto Pubblico acquista un importanza fondamentale.

Bioetica

Ultimamente la pubblica opinione s interessa sempre di piu per domande di natura etica riguardanti le scienze biologiche (p.e. la tecnologia genetica), specialmente nel campo della ricerca biomedicinale non si puo più negare che certe questioni legali connesse con i sistemi medicinali e sanitari non si possono risolvere senza tenere conto delle dimensioni etiche. Esempi sono il clonaggio della pecora "Dolly", il "neonato di Erlangen", la fertilizzazione in vitro è altre procedure della tecnica genetica. Un altro settore centrale della biomedicina e della bioetica e la genetica umana.

La bioetica cerca di dare risposte a domande provenienti dall'applicazione dei risultati scientifici delle scienze biologiche sull'essere umano, ma anche sugli animali, sulle piante e sull'ambiente.

La bioetica si basa sul dialogo interdisciplinare tra le scienze naturali e le scienze storiche e filologiche. Questo dialogo deve essere incrementato nei settori in cui il diritto e alla ricerca un giusto equilibrio tra le possibilità apparentemente infinite della tecnologia e i principi etici della società umana.

Ricerca integrativa e dottrina

Lo spunto integrativo della ricerca dell'istituto si basa sull'unione del Diritto della Medicina, del Diritto Sanitario e della Bioetica includendo tutte le discipline scientifiche interessate. "Il guardare oltre i limiti delle singole discipline forma una parte essenziale del lavoro del istituto. La ricerca e l'applicazione dei risultati di lei nella prassi rendono necessario lo scambio interdisciplinare e la cooperazione fra specialisti di diversi settori scientifici e pratici. Per esempio è da menzionare la necessità del dialogo tra la medicina e il diritto della medicina, per garantire che esso si sviluppo osservando i presupposti e le conoscenze della medicina. Lo stesso vale per il campo delle scienze biologiche. D'altronde molte domande nel settore del diritto sanitario non si possono risolvere senza includere gli aspetti sociologici è d'economici. Il Diritto della Medicina fino ad ora si è svolto nei campi tradizionali della giurisprudenza, come il Diritto Civile, il Diritto Penale o il Diritto Pubblico. Questo punto di vista settoriale non permette di rispondere a varie domande del diritto della medicina e della sanità, sia perchè sono coinvolte le varie discipline classiche della giurisprudenza, sia perchè non è possibile classificare un problema specifico in una delle discipline classiche della giurisprudenza. Inoltre la divisione ostacola pensieri scientifici di natura interdisciplinale. Per questo e più importante l'integrazione delle varie discipline. I problemi attuali nel Diritto della Medicina e nel Diritto della Sanità rendono necessaria la cooperazione intensa fra i rappresentanti del Diritto Privato e Pubblico, includendo anche il Diritto Costituzionale, il diritto dell'assicurazione sociale e il Diritto Penale. L''importante di superare le classiche frontiere tra le varie discipline giuridiche senza però rinunciare alla loro specifica competenza esperta. L' istituto soddisfa questa esigenza coordinando su una base istituzionale la collaborazione fra gli scienziati delle diverse discipline e incrementando lo scambio interdisciplinare nella scienza e nella dottrina. Questo si rispecchia nella composizione del direttorio: l'istituto è gestito da noti rappresentanti delle discipline giuridiche tradizionali e congiunge cosi la scienza e la dottrina dei diversi settori della giurisprudenza. Per questo, l'istituto vuole essere un punto di riferimento, in grado di dare riposte vaste e precise a domande riguardanti il Diritto della Medicina e il Diritto Sanitario. Per gli scopi didattici dell'istituto significa di dover comunicare il punto di vista induttivo ai futuri giuridichi in modo di prepararli alle professioni legislative, giurisdicenti, amministrative economice, le professioni nel sistema sanitario o nelle varie associazioni. Non solo in magistratura e in avvocatura, ma anche nei ministeri della sanità, negli ordini professionali dei medici, nell'associazioni professionali, nell'assicurazione, nell'amministrazione ospedaliera, nelle commissioni ethiche e in simili commissioni, esiste un aumentata richiesta di legali dotati di una visione interdisciplinare con conoscenza del campo giuridico e di quello medicinale.

Colaborazione nazionale e internazionale

Cooperazioni

L'istituto di Diritto della Medicina, Diritto Sanitaria e Bioetica Tedesca, Europei e Internazionali cercherà di collaborare con altre istituzioni e dispositivi di ricerca ingaggiati su questo campo. Attraverso la collaborazione con istituzioni della medicina e della sanità in Germania e all'estero s'arano promossi lo scambio di sapere e di esperienza e l'applicazione delle scoperte scientifiche nella prassi. Nel Baden Württenberg ì prevista già una cooperazione fra lo Zentrum für Ethik in den Wissenschaften (centro per etica nella scienza) dell'università di Tubinga e lo Zentrum für Ethik und Recht in der Medizin (centro per etica e diritto nella medicina) dell'università di Friburgo, la quale si manifesta in un accordo formale di colaborazione. Inoltre ì previsto lo sviluppo di progetti in comune. L'istituto e pronto a colaborare con altre istituzioni. Il lavoro del'istituto e connesso consapevolmente con l'ambiente biotecnologico nella zona del Rhein-Neckar-Dreieck. Le cooperazione con istituzioni e ditte della "bioregione" Rhein-Neckar, che si occupano sopra di tutto di metodi di tecnica genetica, di ricerca del gene e di bio-informatica, fa fondamentalmente parte del nostro concetto. L'istituto imprimerà nuovi impulsi a questo complesso della ricerca attualmente al centro dell'attenzione internazionale e terra conto delle esigenze della ricerca orientata verso la prassi.

Rete internazionale per la collaborazione sui settori dell Diritto della Medicina, della Sanità e della Bioetica

La rete internazionale per la collaborazione sui settori del diritto della medicina, della sanità e della bioetica ha lo scopo di migliorare la cooperazione fra scienziati e istituzioni che si occupano di problemi riguardanti il diritto della medicina, della sanità e la bioetica. Il primo obiettivo di questa rete sarà la promozione dello scambio di informazioni e di esperienza a livello internazionale. Gli scienziati e l'istituzioni coinvolta serviranno da punto di riferimento per domande su i singoli diritti nazionali. Inoltre ì previsto di aumentare lo scambio scientifico partecipando a progetti di ricerca sia nazionali che internazionali. Il grado e l'effettività della rete dipenderà dalle possibilità di e suoi componenti. La partecipazione alla rete non comporterà obblighi. La rete è sostenuta amministrativamente del Istituto di Diritto della Medicina, della Sanità e di Bioetica Tedesca, Europei e Internazionali dell'università di Heidelberg e di Mannheim. La decisione sull'ammissione alla rete spetta all'istituto.

Diritto della Medicina Europeo e Internazionale

Lo sviluppo rapido dell'integrazione in un Europa unita fa aumentare sempre di più l'importanza della politica sanitaria europea. Il contratto di Amsterdam contiene un nuovo catalogo di competenze sul settore del sistema sanitario del Comunità Europea. Questa e la base per l'aumento di controllo nel ramo della politica della sanità nel Unione Europea. Attraverso l'aumento delle competenze della Comunità Europea riguardo al campo della sanità, la politica sanitaria europea raggiungerà nuovi livelli. La sanità sta diventando un argomento europeo. Gli interessi di integrazione e armonizzazione su livelli europei porteranno a vari cambiamenti nei sistemi sanitari nazionali. L'istituto per il Diritto della Medicina si occuperà scientificamente degli effetti che avrà la Comunita Europea sul Diritto della Medicina e della sanità. Lo scopo dell'istituto sara l'osservazione critica, l'incremento degli sviluppi e le competenze della Comunita Europea nel settore del sistema sanitario, del sistema sociale e nella integrazione della politica sanitaria. Il compito sarà quello di garantire un alto livello di sicurezza sanitaria in Europea. Nello stesso tempo sono da esaminare i concatenamenti fra medicina, politica sociale ed economia riguardanti la previdenza sanitaria su livello europeo.

Diritto della Medicina e della Sanità Internazionale

I problemi attuali della medicina moderna non occupano più solamente la legislativa nazionale, ma e aumentata anche l'importanza di regole internazionali. Le conseguenze politico-sociali ed economiche dello sviluppo della medicina raggiungono attraverso la globalizzazione, dimensioni di carattere internazionale. La ricerca nel campo delle scienze naturali e nella scienza medica porta cambiamenti notevoli per tutti gli stati. Lo sviluppo tecnico e medico migliora l'ambiente e il livello di vita di tutti gli esseri umani. Nello stesso tempo si pone il problema riguardante l'utilizzazione pericolosa della liberta della scienza. Un noto esempio e la concorrenza economica sul combattuttissimo mercato internazionale dei farmaci. A causa di questi sviluppi, determinati tentativi per incrementare un livello minimo dei principi etici e giuridici, nei casi dell'applicazione di scoperte biologiche e mediche, a scopo di difendere l'uomo, raggiungono un'importanza fondamentale.L' istituto osservera in modo critico i progetti regolativi internazionali e renderà noto il suo parere in merito. Contemporaneamente l'stituto confronterà i diversi diritti dei diversi paesi nel campo del Diritto della Medicina e della Sanità.